Skip to main content

Extraterrestre portami via...

Ammetto che in questo periodo di zombieficazione della società dovuta alla propaganda della paura non sono particolarmente ottimista.

Non che me mi meravigli, in realtà: che la stragrande maggioranza delle persone si informasse solo dai media convenzionale, che sia completamente incapace di spirito critico, e soprattutto che in fondo goda nel cercare notizie catastrofiche mi era molto più che chiaro, il problema è che la cosa sta avvenendo in maniera coordinata a livello globale e non rimane quasi più nessun posto dove poter andare a vivere un vita normale senza l'ingerenza di persone che si sentano non solo in diritto, ma soprattutto in dovere di mettere becco nella gestione delle vite altrui.

Mi capita per caso questo video che ripercorre le idee principali del seastading, e mi dico che forse a questo punto è l'unica possibilità rimasta per tentare un nuovo reboot, cioè provare a costruire qualcosa di alternativo da zero invece che cercare invano di cambiare una penosa struttura esistente lottando contro gli zombie.

Lo passo anche a voi in modo che criticandolo possiate soffocare anche questo anelito di speranza.

Buona visione.

 

2020 - la resa dei conti

Di solito fronte alle tragedie, se non agli incubi, reali s'intende, fronte a una terribile verità le cui conseguenze appaiono ineludibili e, il terrore di non saperle affrontare, da palpabile si fa via via esponenzialmente concreto, esplode una domanda di rito, talmente vera anche se non potrebbe avere risposta, talmente vera da non poter essere messa in discussione neanche tra chi la pensa diversamente in merito; in merito a un evento o a una serie di eventi o a un fenomeno o a una serie di fenomeni.

Una domanda che può riguardare anche le più modeste vicende familiari, sino ad arrivare a un omicidio o una guerra ma che, soprattutto, come la si sta intendendo noi, in qualche modo o direttamente, ne siamo profondamente invischiati. 

Dopo la fine dei lockdown, i tentativi del governo di risistemare l’economia non faranno altro che peggiorare le cose

La foga speculativa che si verifica nel bel mezzo di una recessione non è un fenomeno di recente comparsa. Eppure, la grandezza di questa “pazzia” questa volta potrebbe tranquillamente battere tutti i record registrati dalla Storia. La combinazione di un radicalismo estremo nell’espansione monetaria e uno shock negativo dal lato dell’offerta ha il potenziale per essere estremamente tossica, a tal punto che tutti i processi decisionali degli attori economici possono essere seriamente compromessi secondo delle modalità descritte dalla finanza comportamentale. La bolla speculativa delle azioni dovuta alla pandemia e una nuova domanda per i crediti compromessi o rischiosi ci dà un’illustrazione della grandezza del fenomeno.

Lo strano caso di un grande monopolista che avrebbe urgenza di ammettere il suo fallimento e di riorganizzarsi su basi radicalme

La maggior parte dei cittadini degli Stati Uniti non sospetta minimamente dell’esistenza all’interno del paese di un enorme conglomerato produttivo che arriva a fatturare addirittura migliaia di miliardi di dollari. Questa entità economica eroga i più svariati servizi di tipo assicurativo, che vanno dai finanziamenti al sistema sanitario, all’integrazione dei redditi dei portatori di invalidità, alle indennità di infortunio per i lavoratori per finire alle garanzie sui trattamenti pensionistici. I ricavi a copertura delle attività provengono dalla raccolta premi dei clienti e poiché il regime concorrenziale in cui opera è molto limitato o addirittura, in alcuni casi, assente, tale azienda è di fatto un monopolista che controlla agevolmente i mercati sottostanti. Ma questa non è l’unica dimensione delle sue attività commerciali.

Il declino del dollaro e la strategia monetaria cinese

Posted in

Questo articolo descrive in che modo la Cina può svincolare i suoi destini da quelli di un dollaro in costante declino legando lo yuan all’oro. Ci sono pochi dubbi sul fatto che questo Paese abbia un sufficiente accesso ad un appropriato ammontare di metallo giallo per tentare questa operazione. Attualmente, l’interesse del gigante asiatico è tutto indirizzato a preservare il dollaro e non distruggerlo perché è esattamente in tal modo che i principali interessi cinesi all’estero possono essere protetti.

L'obsolescenza programmata

Ancora un po' e Papa Wojtyla si faceva portare in giro con la carriola, pur di assolvere al suo mandato e alle sue funzioni e, bastone alla mano, come Dio comanda, non cedeva. Quando alle ultime della sua vita si affacciò per salutare i fedeli, emise soltanto un respiro, non ce la faceva neanche a parlare e li benedisse con la mano. Un impegno di una certa rilevanza quello del Papa. Sei solo il rappresentante del figlio di Dio in Terra, sei il Sommo Pontefice, cose così, insomma (andate all'ufficio di collocamento e vedete quanti posti per "aspirante Papa" ci sono, e che curriculum dovete portare). A Wojtyla gli avevano asportato un tumore al colon, si era slogato una spalla e si era rotto un femore. Le cerimonie le interrompeva perché i malori lo raggiungevano mentre le officiava, non perché le avesse rimandate. Non si risparmiò neanche un'appendicectomia di quelle giuste. Infine, il Parkinson. il Parkinson, attenzione, insieme a un'artrosi acuta alle ginocchia. Insomma: «Sono il Papa! e a meno che non diventi totalmente deficiente, da qui non mi sposta nessuno». Ah Sì, gli avevano pure sparato. 

Gli succederà Ratzinger, il quale, un bel giorno, dirà «Non mi sento tanto bene» e se ne va dritto in pensione. Voglio dire, alla luce di cosa aveva sopportato il polacco, tu che sei un Tetesken, che pure gliel'avevi invasa la Polonia, inventane una migliore, no? Era il 2013 (non quando hanno invaso la Polonia). Adesso siamo nel 2020 e Ratzinger è ancora vivo e vegeto. Meno male che non si sentiva tanto bene. 

Il riflesso della dignità

È il momento di tirare una linea sotto. Così direbbe e così parafraso il più grande. Superato lo stadio del postmodernismo nelle rappresentazioni artistiche, eccoci giunti allo stadio ultra-post-modernista della realtà. Questo è il gioco. Il "Monopoli" in cui ci hanno imprigionati – organizzato dall'Agenda per il bestiame umano (come direbbe Pike) – non permette neanche più di commentarle propositivamente le "News", le quali si succedono come impazzite, convulse, che precipitano e si autoingoiano e si risputano per riformularsi in pseudo finte-nuove-dinamiche. E noi a leggerle subirle in un ciclico prenderne atto: non certo per valutare ed elucubrare chi sa quali deduzioni, figurarsi soluzioni. Scrivere articoli ha più senso? No. Se non per tirare una linea sotto.

Se prima il popolino non si scandalizzava alla lettura di un programma politico nel quale si propugnava la digitalizzazione del cittadino, ovvero con la medesima preoccupazione con cui ci si sarebbe scandalizzati [dopo] all'idea del TSO (quale strumento democratico): allora, adesso, abbiamo la prova definitiva, non solo che il popolino è mongolo ma pure di come la contro-informazione lo abbia sostenuto e aiutato a non fargli superare il traguardo.

Anche dopo il COVID-19, l’economia non ritornerà alla normalità

Sebbene sia facile supporre che lo scenario economico conseguente al coronavirus sarà caratterizzato da un alto tasso di disoccupazione, le previsioni riguardanti l’inflazione dei prezzi non sono allo stesso modo così certe. Da un lato ci saranno, infatti, dei deficit di bilancio governativi assai più alti e quindi un maggior debito pubblico; dall’altro invece, a causa di una economia più debole, può allo stesso modo accadere che i consumatori e le aziende possono essere riluttanti a contrarre nuovi debiti e possono cominciare ad alleggerire il carico del loro debito.

L’espansione monetaria non comporta sempre un’inflazione dei prezzi al consumo

I media hanno colpevolmente scordato le innumerevoli atrocità di George W. Bush

L’ex presidente George W. Bush è tornato sotto l’attenzione dei riflettori in funzione del suo ruolo di guida morale per gli Stati Uniti in questi tempi difficili. In un discorso reso pubblico martedì, Bush ha annunciato di essere “angustiato” dal “brutale soffocamento” di George Floyd dichiarando che “il realizzarsi di una pace forte e duratura all’interno delle nostre comunità richiede una vera uguaglianza di fronte alla giustizia. L’integrità dello Stato di Diritto poggia le sue intere fondamenta sull’imparzialità e capacità di legittimazione del nostro sistema legale. E ottenere una giustizia uguale per tutti è un dovere di tutti”.

Il truffone puntata #179 - Stato di paura

L'ultima puntata del Truffone è dedicata al COVID-19, tutta da ascoltare come del resto tutte le altre che Francesco Carbone ha registrato negli ultimi anni.

Viene intervistato Leonardo Facco che racconta di come ha cominciato ad interessarsi insieme ad altre persone all'argomento covid19 fino al punto da aver raccolto tanto materiale da scrivere un libro-inchiesta.

 

False Flags, False Flags Everywhere!

Ormai tutto quel che vediamo sui media non solo e' falso per definizione, ma e' molto spesso l'effetto di un'azione concertata per provocare effetti ben al di la' di quanto si potesse sospettare solo vedendo il singolo episodio.

Naturalmente i piu' idioti tra quelli che ci circondano diranno subito: "Sono le solite teorie del complotto!!!", dimostrandosi appunto per gli idioti che sono.

Oramai le False Flags (False Bandiere, cioe' eventi organizzati per essere attribuiti a qualcuno secondo la convenienza del perpetratore) o, chiamiamole con il loro nome italiano, i complotti sono cosi' comuni che il negare che esistano e' come negare l'esistenza delle stelle nelle notti buie, delle mosche quando non c'e' il sole o dei topi quando non ci sono rifiuti.  Anzi, ora come ora negare i complotti e' come negare il sole, le stelle o la morte.

Tutti nei giorni scorsi hanno sentito parlare di George Floyd e della sua morte.

Rassegna stampa #3 (e Proposte)

Posted in

Un caro saluto a tutti,

continuo a proporre questa rassegna delle notizie che, a mio parere, sono più interessanti da approfondire. Ho inoltre una richiesta da fare a chi ha le competenze adatte; si tratta di un'idea che mi è venuta, ma prima le news...

Morris San in uno dei suoi video proponeva di non acquistare più da chi obbliga ad entrare ne suo negozio con la mascherina; in questo video, l'ingegnere Carlo Negri propone una denuncia per chi obbliga a entrare nei negozi di prima necessità con la mascherina. L'ottica speculare dei due personagi e che finchè questa gente non si trova senza clienti, farà sempre il gioco del sistema.

 

Rassegna Stampa #2

Cerco di segnalare le cose che mi pare abbiano meno visibilità.

Inizio con questo video che arriva da Lubjiana dove, a quanto pare, l'intera città è scesa in piazza a protestare:

Non mi pare di aver letto la notizia da nessuna parte, ma evidentemente le proteste sono servite a qualcosa dato che la Slovenia annuncia la fine del Covid-19 in questo articolo apparso su Forbes.

Sembrano esserci provocazioni della Cina nei confronti dell'India con sconfinamenti. Trump sta appoggiando l'India? Il video qui sotto riporta alcune notizie ma mi sembra abbastanza frammentario

La FED è uscita fuori di senno e può peggiorare

Posted in

Con l'espansione degli acquisti di obbligazioni da $700 miliardi in risposta alla crisi COVID, la Federal Reserve si è gettata nella mischia. Come un sedicenne con una carta di credito, la FED si sta entusiasmando per quello che dovrà fare. Come risponde l'investitore prudente?

Rassegna stampa

Posted in

Molti eventi stanno accelerando ed è difficile seguire tutto; anche se Byoblu, pare stia facendo un buon lavoro mentre pandora tv sembra muoversi a tentoni e in confusione stentando a riprendersi dalla perdita di Giulietto Chiesa e stranamente Massimo Mazzucco sia totalmente scomparso dato che non pare intervenire su quanto sta succedendo a un ritmo vertiginoso,ma soltanto su questioni marginali, ho la netta impressione che "l'informazione", la stiano facendo i cittadini.

Sembra di essere tornati ai tempi dell'11 settembre quando le notizie le pescavi grazie all'intraprendenza dei signor nessuno.

Comunque stiano le cose, dato che sono momenti difficili per tutti e sicuramente di grande confusione, voglio segnalare alcuni video che a mio avviso sono rilevanti sia per le notizie che portano, sia per il fatto che spesso, è la gente comune che si sta impegnando.

Condividi contenuti