Skip to main content

blog di Johnny Contanti

Non dimenticatevi di Deutsche Bank

di James Rickards1

Di recente la crisi bancaria in Italia ha attratto tutte le attenzioni, ma una delle più grandi banche del mondo è sull'orlo della bancarotta.

La banca in questione è Deutsche Bank. È la più grande banca in Germania e una delle dodici più grandi del mondo. È difficile sopravvalutare l'importanza di Deutsche Bank, non solo per l'economia globale, ma anche in termini della sua vasta rete di strumenti derivati ​​fuori bilancio, delle garanzie, del commercio finanziario, e di altri obblighi finanziari nei cinque continenti.

È ben risaputo che Dutsche Bank è il "malato" nel settore bancario europeo.

Ma Deutsche Bank ricade certamente nella categoria "troppo grandi per fallire". Pertanto non le sarà permesso di fallire. La Germania interverrà come riterrà opportuno per sostenere la banca.

Capitolo 1 del potere nazionale ed internazionale: David Rockefeller

Posted in

di Gary North1

 

Dando uno sguardo alla storia americana, David Rockefeller è senza dubbio uno degli uomini più potenti dietro le quinte.

Conseguì un dottorato di ricerca in economia presso l'Università di Chicago nel 1940. Sì, suo nonno gli fornì denaro per affrontare la scuola, ma il dipartimento di economia era rigido. Non ottenne un cosiddetto free ride nel mondo accademico. Tuttavia non ha mai mostrato alcun segno delle posizioni (moderate) di libero mercato di quel particolare dipartimento.

Ecco perché la blockchain cambierà il mondo

di Don Tapscott & Alex Tapscott1

Nel 1981 gli inventori stavano cercando di risolvere i problemi della privacy su Internet, la sicurezza, e l'inclusione della crittografia. Non importa quanto essi riprogettassero il processo, vi erano sempre scappatoie a causa del coinvolgimento di terzi. Pagare con carte di credito su Internet non era sicuro, perché gli utenti dovevano rivelare troppi dati personali, e le spese di transazione erano troppo alte per i piccoli pagamenti. Nel 1998 Nick Szabo scrisse un breve articolo intitolato “The God Protocol.” Szabo rifletté sulla creazione del miglior protocollo di tecnologia, uno che designasse Dio come ente terzo di fiducia nel mezzo di tutte le transazioni. Il suo punto era forte: fare affari su Internet richiede un atto di fede.

Un decennio più tardi, nel 2008, il settore finanziario globale è andato in crisi. Satoshi Nakamoto -- che può o non può essere un imprenditore australiano di nome Craig Wright -- ha delineato un nuovo protocollo per un sistema di denaro elettronico peer-to-peer utilizzando una criptovaluta, o moneta digitale, chiamata Bitcoin. Le criptovalute sono diverse dalle valute tradizionali fiat, perché non vengono create o controllate dagli stati. Questo protocollo ha stabilito una serie di regole -- sotto forma di calcoli distribuiti -- che assicura l'integrità dei dati scambiati tra miliardi di dispositivi, senza passare attraverso una terza parte di fiducia. Questa invenzione ha acceso una scintilla che ha elettrizzato, terrorizzato, o comunque catturato l'immaginazione del mondo informatico e si è diffusa a macchia d'olio in tutto il mondo.

Abolire la banconota da €500: combattere o facilitare il crimine?

di Joseph T. Salerno1

Dopo aver espresso gravi preoccupazioni riguardo la proliferazione di attività illecite che questa banconota avrebbe aiutato a far emergere, gli inflazionisti disperati intrepidi combattenti del crimine presso la BCE hanno annunciato che la produzione della banconota da €500 euro -- la cosiddetta "banconota Bin Laden" -- cesserà alla fine del 2018. Per dissipare i sospetti che questa misura dispotica anticipa l'inizio di una progressiva abolizione del contante al fine di agevolare i tassi d'interesse negativi attraverso il mercato dei depositi, la BCE ha solennemente assicurato che la banconota continuerà a circolare e ad essere accettata presso le banche centrali in tutto il zona Euro per un periodo di tempo illimitato. Ha anche promesso che i tagli inferiori non verranno toccati e saranno disponibili in quantità sufficienti da soddisfare la domanda.

Non tutti, però, si sono bevuti le rassicurazioni della BCE e che suddetta decisione non rappresenta un attacco al denaro contante, soprattutto i paesi di lingua tedesca. A marzo il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, ha osservato che non esiste alcuna prova che il crimine sarà ridotto eliminando la banconota da €500, mentre tale provvedimento rischia di indebolire la fiducia nei contanti. Basandosi solo su dati aneddotici, lo scorso anno una relazione dell'UE ha concluso che le banconote erano "in alta domanda tra i criminali [...] a causa del loro valore e del basso volume." Tuttavia, come ha sottolineato Friedrich Schneider, un esperto accademico sull'economia sommersa:

La criminalità organizzata non è stupida. La maggior parte del denaro viene riciclato senza passare attraverso i contanti, tramite società fittizie.

Bitcoin: problemi di calcolo

La pianificazione centrale della moneta digitale e cosa possiamo fare per risolvere questo problema.

di Kristov Atlas

Concetti chiave

  • La cripto-economia è lo studio delle implicazioni economiche relative alle decisioni ingegneristiche nelle reti di consenso crittografiche.
  • La cripto-economia non riceve abbastanza attenzione con Bitcoin.
  • La pianificazione centrale del protocollo è il modo più veloce per alleviare i problemi, ma introduce debito tecnico e rende il sistema meno competitivo.

 

Pianificare il futuro di Bitcoin

Perché i tassi d'interesse negativi non fermeranno la depressione incombente

di Bill Bonner1

 

Un uccellino in mano vale più di due sull'albero — Anonimo

 

BALTIMORE — Venerdì il Dow è rimasto più o meno piatto. Dopo tutte le emozioni nei primi mesi dell'anno, i mercati azionari sembrano essersi calmati.

Ma oggi esploriamo lo strana territorio della "NIRP" — la politica di tassi d'interesse negativi.

Circa $7,000 miliardi in obbligazioni sovrane sono tradate sotto lo zero. Gli istituti di credito danno il loro denaro agli stati... i quali giurano, senza incrociare le dita, che ridaranno meno soldi in futuro.

È strano o no?

Un nostro lettore non pensava che fosse così strano.

Come l'oro e la blockchain possono funzionare insieme

di Thorsten Polleit1

Uno sguardo alla storia monetaria dimostra che le persone, quando hanno avuto libertà di scelta, hanno optato per i metalli preziosi nel momento in cui si trattava di dare forma al denaro. Non è una sorpresa. I metalli preziosi hanno le proprietà fisiche che un mezzo di scambio deve avere: scarsità, omogeneità, durevolezza, divisibilità e trasportabilità. Sono tenuti in grande considerazione e conservano un notevole valore per unità di peso. L'oro soddisfa questi requisiti ed è per questo che è sempre stato la prima scelta dei popoli in termini di denaro. L'oro ha dimostrato i suoi meriti come denaro per millenni; è il mezzo ultimo di pagamento.

2016: L'ascesa delle criptovalute indipendenti

di Charles Hugh Smith1

 

In questo 2016 si intersecheranno un certo numero di forze strutturali e sistemiche. Una di queste è l'ascesa delle criptovalute indipendenti sia dallo stato che dalle banche centrali.

Sappiamo tutti che il denaro è creato e distribuito dalle banche centrali e dagli stati. La ragione è semplice: controllate il denaro e controllerete tutto.

L'invenzione della blockchain e delle criptovalute come Bitcoin ha aperto la porta a valute avulse dallo stato e dalla banche centrali – infatti le criptovalute sono una tecnologia peer-to-peer, ovvero, non richiedono una banca affinché possano funzionare: le persone possono scambiare le criptovalute per pagare beni e servizi senza che una banca funga da stanza di compensazione per tutte queste transazioni.

Questo non solo offre la possibilità di scappare dalla schiavitù del debito gestita dalle banche centrali e dalle banche commerciali – offre la possibilità di vivere in un'economia globale libera dalla disuguaglianza e concentrazione di ricchezza che persistono nel mondo attuale a causa delle ingerenze delle banche centrali.

Max Keiser, Stacy Herbert e io ne abbiamo discusso in questo video:

 

 

33 segni che la crescita di Bitcoin non rallenterà nel 2016

Posted in

di  Jeff Desjardins1

È stato un anno di risultati altalenanti per gli appassionati e gli speculatori nelle criptovalute.

Il vantaggio di Bitcoin è che è risultata la valuta più performante di quest'anno, davanti al dollaro USA e allo shekel israeliano. Bitcoin è salito del 21% (rispetto al dollaro) nel corso di quest'anno, e ancora di più rispetto alle altre valute. Sebbene non abbia raggiunto le vette del 2013, ha sfoggiato segni di forza positivi.

Ciononostante per tutto l'anno i media mainstream hanno riportato notizie fuorvianti riguardo Bitcoin.

Testimoni oculari a San Bernardino: “Tre uomini bianchi alti”

di Gary North1

 

La CBS Evening News ha mandato in onda questa intervista.

È stata fatta cadere nel dimenticatoio.

Anche questa.

Nota: ha parlato di un SUV nero. Notate inoltre che la sua testimonianza ha ottenuto conferma anche da altre persone. Questo indica che c'erano altri testimoni oculari.

Viva la ZIRP

di Bill Bonner1

 

GUALFIN, Argentina – Beh, ​​ZIRP ora. ZIRP per sempre.

Viva la ZIRP! Viva! Viva!

Come sospettavamo, Janet Yellen non voleva rischiare d'aumentare il tasso dei fondi federali. Bloomberg riferisce quanto segue:

I funzionari della Federal Reserve hanno lasciato invariati i tassi d'interesse, optando per un ritardo di tale aumento in un ambiente a bassa inflazione, permeato da prospettive incerte riguardo la crescita mondiale e costellato da recenti turbolenze dei mercati finanziari.

  • 1. Viva ZIRP!, Bill Bonner, Bonner & Partners, 18 settembre 2015.

“So come vivere... non so come morire”

Posted in

di Bill Bonner1

 

TIVOLI, New York – "Non l'ho mai fatto prima..."

La donna sul letto era quasi uno scheletro. La carne era già sparita. Ciò che restava era un sacco vuoto vecchio di 86 anni – striminzito, piegato, esaurito.

"So come vivere," ha detto. "Non so come morire. Non so cosa dovrei pensare o che cosa dovrei fare."

Il QE fallisce di nuovo — Ha intorbidito il mercato obbligazionario europeo, ma non ha stimolato i prestiti

di Jeffrey P. Snider1

 

Il mito della deflazione giapponese e il crollo dello yen

di Brendan Brown1

 

Il deprezzamento  dello yen, iniziato alla fine dell'estate, lo ha portato ad una perdita di valore di circa il 40% rispetto all'euro e al dollaro statunitense rispetto a soli due anni fa. Eppure il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il capo della banca centrale Haruhiko Kuroda avvertono che la battaglia contro la deflazione e’ lontana dall’essere vinta. Tale cautela è assurda — soprattutto in considerazione del fatto che non vi è stata alcuna deflazione.

Conservare la propria ricchezza durante una guerra finanziaria

di James Rickards1

 

Durante la Guerra Fredda gli Stati Uniti avevano abbastanza missili nucleari per distruggere la Russia e la sua economia, e la Russia aveva abbastanza missili da fare lo stesso nei confronti degli Stati Uniti.

Nessuno utilizzò quei missili e i leader furono molto attenti ad evitare una escalation che avrebbe potuto portare la situazione a quella conclusione. Proxy war vennero combattute in luoghi come Vietnam, Congo e Afghanistan, ma il confronto diretto tra Stati Uniti e Russia non avvenne mai.

Condividi contenuti