Skip to main content

Come curare i pazienti gravi per COVID-19

di Mauro Rango

Vi scrivo i miei riferimenti perché mi assumo la piena responsabilità di quello che sto dicendo e vi chiedo, dopo aver letto il mio messaggio, di valutare se aiutare me e alcuni amici medici nella nostra battaglia, diffondendolo.

Non mi trovo in Italia ma vengo a sapere da un amico che ieri sera nella trasmissione di Fazio il Prof. Burioni (che da quel che mi dicono gli viene dato molto ascolto in questa vicenda epidemica) asserisce alcune cose *che devo necessariamente correggere.*

1. Burioni: Parla di SPERIMENTAZIONE COL PLASMA x evidenze scientifiche che attestino l'efficacia su contrasto a coronavirus

1. Rango: Il CONCETTO DI SPERIMENTAZIONE E' FUORVIANTE.

La tecnica della Plasmaferesi è in uso da molte decine di anni.

Quarantena in una società senza stato

Con la diffusione del coronavirus, i leader degli Stati Uniti stano facendo ricorso a tutto il loro potere per tentare di fermarne la diffusione. Il governo federale ha suggerito il distanziamento sociale e la quarantena, mentre gli stati hanno semplicemente imposto mandati obbligatori. Alcuni gridano quanto sia necessario che lo stato intervenga e come il mercato non sia in grado di realizzare queste misure. Ciò solleva una questione: queste misure possono verificarsi in una società apolide? Le misure viste nell'attuale crisi sono forzate dallo stato, mentre alcuni attori di mercato potrebbero creare le stesse condizioni di quarantena, sebbene forse non nella stessa misura. Per chiarire, nulla di tutto ciò vuol dare un giudizio di valore sull'efficacia delle quarantene, solo che potrebbero essere attuate senza uno stato.

RADIO EXIT trasmissione del 30 aprile

Il Colonnello Buonanotte (in evidente stato post-sbornia) parla dal Consolato di Port Royal a proposito dell'incombente Zombie Apocalypse. Introduzione della serie Z/A. Seguira' la prossima puntata sul tema: Come Riconoscere gli Zombie durante la fase 1.
 

Vi faccio una domanda

Posted in

Vi faccio una domanda:

di che cosa ci si sta occupando?

ci si occupa di parlare alle foche che battono le pinne sperando comprendano il messaggio che recita un laconico: "Ve l'avevamo detto"? Non è che assomiglia più a un vanto personale di chi ha una mente più lucida ma che offre una ben scarsa consolazione?

Oppure si dispensano pacche sulle spalle tra una bacchettata del colonnello, una battuta al vetriolo di quello polveroso, un volo intellettuale del clown ubriaco o una lucida analisi del registratore universale?

Quando il colonnello dice: siamo qui per aiutare che intende?

Il fuoco sacro che ha spinto a condividere la conoscenza perchè era un modo di "aiutare", non appartiene forse al passato? A quando era forte l'idea che ci fosse ancora tempo?

Vi faccio una domanda:

di che cosa ci si sta occupando?

In attesa del comunicato del Colonnello Bishop

In attesa del comunicato del Colonnello Bishop (a breve), beccatevi questo filmato di un mese fa, un disgustoso filmato di propaganda degli hacker russi, secondo la migliore tradizione di interferire negli affari del resto del mondo che l'Orso Russo ha dai tempi in cui illegalmente sconfiggeva i Cavalieri Teutonici che erano li' per esportare civilta', democrazia (e con essa la corretta versione del Cristianesimo, quella che avrebbe, alla fine dei tempi, fornito El Papa alle masse di immigrati islamici) ed Efficenza Tetesca.

Ah Shtato Putine!!!!!!

Due Video per una verità - [I nuovi Sacerdoti]

Un'urgenza preme alle porte delle nostre priorità e naturalmente si riflette su cosa diciamo, scriviamo, comunichiamo e, non di meno, a livello personale e in maniera diretta nella nostra quotidianità. Chiedersi se «Correre ai ripari» è più importante del chiedersi «Come combattere» è il minimo sindacale, vista la patetica disfatta dell'Italia a nome di un popolo privo di dignità, intelligenza e indipendenza intellettuale imponendosi a favore dei dispotismi con tutta la sua forza schiacciante. D'oltronde, prima lo consideravamo teoricamente; ora sulla nostra pelle e in maniera distruttiva. Ora lo sappiamo veremente bene perché: L'ignoranza è forza.

Ecco quindi che il «Come difendersi?» è la domanda pertinente. Anche un bambino di otto anni capirebbe che è così. Punto. Un bambino che si troverebbe contro una dozzina di suoi coetanei decisi a picchiarlo, a meno di voler soccombere da eroe o da martire o da stupido, saprà che dovrà pensare a difendersi, se non a fuggire. Non certo ad attaccare.  

Il popolo dei Babbuini Danzanti ci sovrasta per numero. Fine della storia. Non servono altri intellettualismi di sorta. E voglio essere realista in assoluto, sicché non c'è una risposta risolutiva neanche «sul Come» ci si potrebbe difendere. Però ritengo interessante e prioritario analizzare come si sono lavorati i Bipedi-non-senzienti (Babbuini Danzanti, in gergo) e come si lavorano le Troie di Regime. E non solo.

Tess - di Polanski

Qualcosa non mi permette di inserire le classificazioni dell'articolo: - Divertissement e Cinema. La prima vorrebbe dare un senso di distrazione, se mai ci si potesse distrarre in questi giorni. La seconda è solo ovvia. Pubblico qui la recensione che avevo già scritto su altri Siti. La cacciata da Luogocomune mi ha in qualche modo incatenato l'articolo che aveva pochi giorni di gestazione, però mi ha fornito della possibilità di migliorare l'esposizione: e qui lo libero.

Se avete visto l'ultimo film [schifosamente propagandistico] di Quentin Tarantino «C'era una volta a Hollywood» potreste ricordarvi di una particolare sequenza nella quale ci si può titillare di emozioni con una meravigliosa Margot Robbie (la protagonista che interpreta l'iconica Sharon Tate sul finire degli anni '60), quindi vederla entrare in un locale ...

Il grande Assente

A costo di dispiacere i miei stessi amici de Il Portico, qui, dove ogni giorno che passa ci si spinge a essere pragmatici e realisti al nostro meglio, proprio qui, sono venuto a parlare del realismo più temuto dal Potere. In questi giorni maledetti ho fatto mia una massima e ho riscontrato come la stessa sia stata abbracciata dai miei amici e da chi si sente scuotere la giustizia nel cuore. Le persone non cambiano, si rivelano. E non sono stati solo i nostri vecchi amici a rivelarsi. Non solo molta gente ci ha detto veramente chi è. Anche le religioni ci hanno finalmente detto cosa sono, e chi veramente amano. Vestiti di bianco o di nero, anche loro hanno detto finalmente quale Dio hanno veramente nei loro cuori. Pronti a sbraitare come cani rabbiosi se un crocifisso viene levato dalle scuole, e a tacere quando i bambini saranno usati come esperimenti da laboratorio.

Sono venuto a parlarvi di un grande assente. Sono venuto a parlarvi di Dio. No, signori miei. Non sono un profeta. No, non ho ricevuto nessuna illuminazione. Come tutti gli uomini che usano l'intelligenza con il cuore, sto solo vedendo quello che ci stanno nascondendo. Chi ci stanno nascondendo? Dio? Ditelo, lo avete pensato, vero? No. Non è Dio che ci stanno nascondendo. Stanno nascondendo …

Svelato un altro aspetto del LockDown?

Ieri sera stavo discutendo con Dusty sul prezzo del Petrolio.  Ho fatto alcune considerazioni che purtroppo non sono basate su fatti che possa verificare, ma le voglio condividere ugualmente.  La Storia poi mi dara' torto (probabilmente) o ragione.

Il petrolio greggio e' oggi a - (MENO) 37,63 (trentasettevirgolasessantatre) Dollari al barile.  Non tanto tempo fa era a 100 dollari.

Questo non significa che se riempite il serbatoio della vostra auto il benzinaio vi dia pure dei soldi, ovviamente.  Anzi, i prezzi di gasolio e benzina con tutta probabilita' aumenteranno, e non di poco (manca solo che passino coi megafoni come stanno facendo in Italia e quella buona donna con la sua voce odiosa strilli anche " Andate a piedi, andate a piedi", mentre la Meloni appellera' i petrolieri come "I nostri Angeli".

I nuovi dittatori Covid-19 rinunceranno al potere solo se temono una rappresaglia

Era l'autunno del 1989. Nel mondo stavano accadendo cose terribili.

Il muro di Berlino era caduto. La gente del blocco orientale era riuscita a raggiungere quello Occidente attraverso l'Ungheria. La linea tra est e ovest vacillava. La situazione si stava allontanando dal corso che i governi comunisti del Patto di Varsavia avevano tracciato: che le loro popolazioni dovessero rimanere prigioniere entro i confini del blocco comunista.

Non era chiaro se questo contagio sociale per la libertà si sarebbe diffuso in Cecoslovacchia.

Ma poi arrivò il 17 novembre 1989, un giorno impresso nella storia, il giorno degli studenti. Una festa nazionale e tutto doveva essere chiuso, ma alcune persone erano agitate per le precedenti azioni del governo che molti consideravano abusi.

COVID 1984

Posted in

Lucida analisi che per la prima volta fa notare le "timide" domande di quella che vorrebbe diventare il mainstream della controinformazione (ma che in questo momento evita di graffiare o non ne è più capace)

La proprietà intellettuale: l’innovazione dovrebbe servire i consumatori, non i produttori

I sostenitori dei diritti di proprietà intellettuale si basano spesso su una di due linee di ragionamento. La prima si basa sulla mancata comprensione del fatto che la frequenza o la quantità delle innovazioni determinano la crescita economica. La seconda è fissata nella domanda, “    Quindi, se spendo 1 miliardo di dollari in Ricerca e Sviluppo per portare una nuovo farmaco sul mercato, chiunque sarebbe in grado di copiare il mio prodotto senza essere ricompensato?”. Entrambe sono basate sullo stesso errore fondamentale: assumere che l’innovazione sia una questione di produzione. Non lo è. L’innovazione è tutta questione di abilità imprenditoriale, ed è per questa ragione che i diritti di proprietà intellettuale non aiutano e non possono aiutare.

Radio Exit seconda improvvisata

This broadcast is free from Moronavirus.

Dopo il teaser, il nostro il Colonnello Buonanotte parla a ruota libera, ma niente sul Pecoronavirus.

Après le teaser, notre Colonel Good-Night parle de roue libre, mais pas de Connardavirus.

After the teaser, our Colonel Good-Night talks free-wheeling, but not about Moronavirus.

La speranza è una trappola inventata dai padroni

Posted in

Il delirio è intorno a noi. E mi dà i brividi realizzare, mentre sto scrivendo, come un cielo azzurro e una brezza tiepida accarezzi questo pergolato fatto a mano da mio padre, arricchito dal canto degli uccellini che, intonando cinguettii gioiosi alla primavera, faccia da sfondo a un male oscuro che da dietro quelle finestre (da cui potrei essere e sono certamente osservato) si muovano esseri inqualificabili: bipedi dotati di notevoli possibilità motorie - nessuno lo nega - nonché della capacità di nutrirsi e vestirsi autonomamente, persino di esprimere vocaboli senza essere senzienti. E questo ha del miracoloso.

Condividi contenuti