Skip to main content

Due Video per una verità - [I nuovi Sacerdoti]

Un'urgenza preme alle porte delle nostre priorità e naturalmente si riflette su cosa diciamo, scriviamo, comunichiamo e, non di meno, a livello personale e in maniera diretta nella nostra quotidianità. Chiedersi se «Correre ai ripari» è più importante del chiedersi «Come combattere» è il minimo sindacale, vista la patetica disfatta dell'Italia a nome di un popolo privo di dignità, intelligenza e indipendenza intellettuale imponendosi a favore dei dispotismi con tutta la sua forza schiacciante. D'oltronde, prima lo consideravamo teoricamente; ora sulla nostra pelle e in maniera distruttiva. Ora lo sappiamo veremente bene perché: L'ignoranza è forza.

Ecco quindi che il «Come difendersi?» è la domanda pertinente. Anche un bambino di otto anni capirebbe che è così. Punto. Un bambino che si troverebbe contro una dozzina di suoi coetanei decisi a picchiarlo, a meno di voler soccombere da eroe o da martire o da stupido, saprà che dovrà pensare a difendersi, se non a fuggire. Non certo ad attaccare.  

Il popolo dei Babbuini Danzanti ci sovrasta per numero. Fine della storia. Non servono altri intellettualismi di sorta. E voglio essere realista in assoluto, sicché non c'è una risposta risolutiva neanche «sul Come» ci si potrebbe difendere. Però ritengo interessante e prioritario analizzare come si sono lavorati i Bipedi-non-senzienti (Babbuini Danzanti, in gergo) e come si lavorano le Troie di Regime. E non solo.

Propongo due video e propongo di vederli nell'ordine che discende e propongo pure di evitare di cliccare sul secondo se non si è visto per intero il primo. Non avrebbe senso. La premessa al primo video vi assicura da subito che nessuno qui vuole rivelare il Sacro Graal (sul Portico, poi) ma non è detto però che per qualche lettore poco avvezzo possa risultare tale, chi può dirlo; se non di rigettarlo alle prime battute appena il crescendo prenderà una certa piega. Ovviamente, ed evviva, questo, a Me, come articolista, mi sarà di conforto: utile a scremare intelletti inutili per interagire.

Ho deciso di pubblicarlo sul Portico per l'approccio originale che, nonostante parta con un taglio commerciale e per molti versi (a diversi di Noi) parlerà della scoperta dell'acqua calda, introduce lo spettatore a determinate informazioni, da quella che ritengo essere un'ottima prospettiva. Non solo. Ritengo con pari importanza che gli spunti che offre possono sganciarsi anche da come la si pensi in generale sulla questione dei Poteri che guidano e ingegnerizzano il mondo. Sono accettabili anche i tagli delle musiche e del montaggio che vogliono essere certo accattivanti; si può soprassedere a mio avviso, poiché la regia è degnamente sobria e non è certo quella del gombloddista medio mongolo. Buona visione, anche perché la durata è quella di un film. Preparate i popcorn.

Premessa al secondo video.

Questo video è naturalmente a corollario ma anche "corollario", non è il termine preciso. Trovatene Voi uno. Il video su Jovanotti è sovrascritto da didascalie di chi lo ha pubblicato su youtube, che interrompono persino la visione ogni tanto, e commentano certe fasi del monologo del rapper. Didascalie che lasciano il tempo che trovano. A volte i commenti hanno anche il loro perché, ma non sono quelli che devono interessare. Il video ritengo sia anche abbastanza noto, ma alla luce del precedente acquisisce il valore che meglio - ora - gli concerne.

E se avete visto entrambi i video: una ciliegina. 

Non ricordo se a Pike (in caso, Pike, confermami) avevo scritto in un messaggio privato riportando di come certi concertoni megagalattici (programmati per distrarre) in un periodo i quali si era tutti sensibili alle manifestazioni del dissenso che stava semi-furoreggiando in Italia in nome della libertà di scelta per i Vaccini ...

... non scendevano dal cielo:  Vasco Rossi consiglia di scaricare la app Immuni: “Non preoccupatevi dei dati”

 

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.

Nota di servizio per Dusty

Ritratto di Calvero

Se cortesemente, non so se si può fare, cioè di visualizzare diversamente il mio ultimo link a fine articolo, se si può sotituire il codice invadente originale, magari con la medesima frase che ri-cito "non scendevano dal cielo" ...

 

Grazie

E' morto Giulietto Chiesa

Ritratto di Gianluca Freda

Stanotte alle 3, per infarto.

Me ne rammarico enormemente, nonostante tutto.

Coscienza

Ritratto di Calvero

Gianluca Freda ha scritto:

Stanotte alle 3, per infarto.

Me ne rammarico enormemente, nonostante tutto.

Alle tue parole che rispetto, devo prendere atto che a Me non si è mosso il filo di un sentimento.

Nemmeno a me. Freddezza? Non

Ritratto di Oona

Nemmeno a me. Freddezza? Non so, forse realismo.

Sentimenti

Ritratto di Calvero

Oona ha scritto:

Nemmeno a me. Freddezza? Non so, forse realismo.

Sto avendo discussioni molto severe per questa cosa. Anche in altri siti. Vorrei dire altro e lo dirò, ma adesso mi fermo a essere cristallino su una questione soltanto. Nulla di malevolo ho mai permesso che si indirizzasse verso la sua vita. Le questioni che ho sollevato su LC, mi dicono che i sentimenti che Giulietto aveva spezzato dentro di Me e che avevo interi nei suoi confronti, ora non posso ricostruirli o far finta che si ricostruiscano da soli. 

giulietto

Mi importa poco dei suoi " peccati ", veri o presunti che siano, ho apprezzato le sue analisi politiche perchè univa gli avvenimenti come certamente non accadeva in altri lidi.

Lo ritengo comunque una persona che ha cercato di contribuire ad un mondo più giusto per tutti, e, questo è  il mio metro di giudizio.

Al contrario tanti hanno svenduto la propria anima anche per soldi, ma soprattutto perchè le loro azioni sono dettate da quell'odio che trascende il materiale, antico, assoluto e che sfugge alla nostra miserrima possibilità di concepire l'intera e vera essenza del Tutto.

Tutto naturale

Sicuri sia morto per cause naturali, diciamo infarto??

Ricordo che eravamo quasi vicini di casa...

È pur vero che tra vicini spesso si litiga ma, vivaddio, l'onestà intellettuale NON si misura in metri.

Qui mi taccio, nel 2021 forse anche no!!!

 

"Le cose di cui si è assolutamente certi non sono mai vere" (Oscar Wilde)

amogaia

Ritorno in Topic per

Ritratto di Oona

Ritorno in Topic per commentare il primo video. Be, che dire, del "pizza gate" non ne sapevo niente ed ammetto che, pur essendo "abituata" a certe tematiche (leggendo Franceschetti), sono rimasta turbata per tutta la giornata (e pure oggi). Molto importante a parer mio la parte in cui si illustra i "nuovi" dei e semi-dei di oggi; insomma, è pieno di burattini e burattinai. Su una cosa però ho assoluta sicurezza: ognuno si salva da solo. Non serve a niente cercare di risvegliare le coscienze, far vedere documenti, documentari, articoli, se dall'altra parte c'è un muro.

A questo proposito di racconto una mia esperienza recente: per la festa della Liberazzzzione (mah!) ho condiviso su di un gruppo di messaggistica il discorso del presidentissimo dell'anno scorso, in particolare il seguente messaggio: 

La storia insegna che quando i popoli barattano la propria libertà in cambio di promesse di ordine e di tutela, gli avvenimenti prendono sempre una piega tragica e distruttiva.

Apriti cielo! Pur chattando con una laureata in giurisprudenza, una italiana linguista all'estero ed una dottoressa (gente quindi che nella società di oggi ha un alto rango) ho subito attacchi da tutte le parti "ma dove hai trovato questa frase", "ma è diversa dal contesto di oggi", ecc ecc. Al che ho risposto che è importante la memoria per capire chi sono i Kapò di oggi, non solo quelli di ieri. Niente da fare, secondo loro oggi non ci sono i Kapò. Chiedendomi una definizione di fascismo io ho risposto che secondo me è ogni forma di prepotenza, esercitata psicologicamente, fisicamente e/o verbalmente. "No, non sai cosa significa fascismo, studia!". End of story.

Concludo il mio commento con un sentimento di malinconia e tristezza. Di fronte a cose terribili, oscure (come riportate in entrambi i video) come si può lottare se quotidianamente abbiamo a che fare con questa gente?

 

 

Oona, Filo Sganga ed altre storie

Ritratto di Pike Bishop

Oona ha scritto:
pur essendo "abituata" a certe tematiche (leggendo Franceschetti).Su una cosa però ho assoluta sicurezza: ognuno si salva da solo. Non serve a niente cercare di risvegliare le coscienze, far vedere documenti, documentari, articoli, se dall'altra parte c'è un muro.

Per cominciare, smettere di leggere Filo Sganga aiuta moltissimo. La gabbia mentale in cui costringono la gente e' anche costruita da gentaglia prezzolata che diffonde cazzate (a volte non solo cazzate) per screditare chiunque abbia un minimo di capacita' di elaborazione.  Caderci e' facile, ma e' altrettanto facile non caderci: basta NON FIDARSI: piu' incredibile (per le menti non esercitate) e' la tesi e piu' probanti e numerosi devono essere gli indizi.

Per esempio, il PizzaGate che tu citi, e' chiaramente una spyop servita su un piatto d'argento.  Come faccio a dirlo?  Perche' ci sono tutti gli elementi che eccitano le menti deboli e perche' contiene tutti gli elementi atti a distruggere la reputazione di chi vi si avvicini.  Nonostante tutto questo, la sostanza e' fondamentalmente vera, ma non c'e' bisogno di spyops per rendersene conto, basta seguire il mondo e interessarsi un minimo della storia delle classi dirigenti. Uno dei tratti tipici delle classi dirigenti e' lo sprezzo per la morale e la tendenza a perseguire tutto cio' che e' perversione, vuoi perche' e' gente che e' al comando non per la loro intelligenza ma solo per la loro scaltrezza (che sono due cose ben diverse) e per il loro relativismo morale.  Questi due tratti portano dritti alla perversione ed al capovolgimento di qualsiasi valore etico e sociale: questa gente sono criminali e sociopatici che hanno avuto successo.  Inoltre, uno dei modi per dimostrare la loro superiorita' e' quello di trasgredire APERTAMENTE (altro che le cazzo di parole d'ordine del PizzaGate) tabu che sono imposti al resto della popolazione o indulgere in comportamenti aborriti dalle persone non psicopatiche, ma ripeto APERTAMENTE. 

Cosi' Hugh Hefner vive in un palazzo con centinaia di giovinette nude e disponibili, APERTAMENTE, cosi' tutti sapevano di Rape Island, cosi' tutti sanno di come star del cinema e della musica possano APERTAMENTE avere una condotta morale che farebbe andare in galera per anni noialtri (e qualche volta usano questo proprio per mandare qualcuno di loro, pesce piccolissimo, in galera, dandolo in pasto alla popolazione che vuole credere nella giiustizia umana inesistente).  E' una strizzatina d'occhio per farci sapere che dobbiamo sottostare alle loro voglie e non c'e' niente che si possa fare e che se siamo veramente collaborativi anche noi potremo fare come loro, impunemente.

Quel che mi aveva fatto sospettare in uno sconquassamento dell'ordine sociale era proprio la tendenza recente a sdoganare e poi pubblicizzare l'omosessualita' (un comportamento delle elites da millenni), il che significa che qualcuno ha deciso a tavolino di buttare tutto a carte 48 e di abolire tutta la morale per il popolino, il che significa che non hanno piu' bisogno di noi e che siamo pronti per il carro bestiame verso il  forno crematoio.

Gente come Filo Sganga Franceschiello sono integrali a questa manovra: da evitare come la peste, da evitare persino di pensarli.  Che spariscano sotto il sasso dal quale sono strisciati fuori.

Pur chattando con una laureata in giurisprudenza, una italiana linguista all'estero ed una dottoressa (gente quindi che nella società di oggi ha un alto rango) 

Qui ti sbagli di grosso: non hanno un alto rango, sono solo dei pezzenti che hanno provato di essere pronti ad umiliarsi per molti anni ripetendo senza discernimento tutte le istruzioni del domatore.  Naturalmente ne fanno degli esempi per tutti gli altri, cosi' sono pagati un po' di piu' per essere stati dei cagnolini ubbidienti.  Quelli che si occupano di giurisprudenza poi, fanno parte dell'apparato repressivo e percio' devono essere anche piu' ubbidienti degli altri.  Gli unici dei quali hanno paura, ma devono necessariamente utilizzare, sono la manovalanza della repressione: militari, sbirrume assortito ecc.  Questa e' gente veramente disciplinata e non necessariamente cosi' ubbidiente, veramente pericolosa per loro: il piano e' di rimpiazzarli con kapo, radiazioni, microchip e droni.

ho risposto che è importante la memoria per capire chi sono i Kapò di oggi, non solo quelli di ieri. Niente da fare, secondo loro oggi non ci sono i Kapò. Chiedendomi una definizione di fascismo io ho risposto che secondo me è ogni forma di prepotenza, esercitata psicologicamente, fisicamente e/o verbalmente. "No, non sai cosa significa fascismo, studia!".

A parte il fatto che CHIUNQUE ti dica "studia" (cioe' diventa un cagnolino ripetendo quello che il sistema vuole che tu ripeta agli altri) e' un coglione senza speranza, buono solo come concime, in questo caso tu hai torto e dovresti pesare le parole che usi.  Il fascismo NON E' quello che dici tu, assolutamente NON LO E'.  Dicendo cio', partecipi anche tu alla confusione che fa si che questi automi celebrino l'occupazione dell'Italia da parte di altri eserciti dopo quello tedesco come una "Liberazione" (termine inventato dalla propaganda alleata, avevano persino un bombardiere che distruggeva le industrie e citta' italiane che si chiamava il "Liberatore" tanto per dare un'idea - mica hanno mentito agli Italiani, sono gli italiani che mentono sempre a loro stessi) e contribuisci a far diventare categoria assoluta un movimento socialista contingente ad un breve lasso storico.

Naturalmente, comunque non capiscono chi sono i Kapo' oggi, perche' sono loro.  Nessun Kapo' sa di esserlo, loro pensano di essere buoni per definizione, ed e' per quello che sono le persone piu' schifose che esistano, meritevoli della forca: ma mentre penzoleranno si chiederanno perche' stiano facendo loro tutto questo, loro tanto buoni.  Hitler voleva VERAMENTE salvare il mondo e non capiva di essere un burattino con i fili che si propagavano da Wall Street, cosi' era la persona migliore per mettere in prigionia un'intera nazione e sterminare gruppi etnici o avversari politici, facendo il lavoro sporco per la gente da cui voleva difendere i tedeschi.  Hitler pero' era una persona immensamente migliore di questi piccoli kapo' di periferia ed in confronto sembra quasi un eroe del popolo, una persona da rispettare.

Di fronte a cose terribili, oscure (come riportate in entrambi i video) come si può lottare se quotidianamente abbiamo a che fare con questa gente?

Sono loro il nemico.  Loro e i loro manovratori sono uguali, solo che i manovratori possiedono un cervello funzionante e sono riusciti a vincere nella scalata sociale, ma messi al posto dei manovratori loro distruggerebbero tutto quanto in mezza giornata, da quegli scemi che sono.

 

 

Ciliegine

Ritratto di Calvero

Oona ha scritto:

A questo proposito di racconto una mia esperienza recente: per la festa della Liberazzzzione (mah!) ho condiviso su di un gruppo di messaggistica il discorso del presidentissimo dell'anno scorso, in particolare il seguente messaggio: 

La storia insegna che quando i popoli barattano la propria libertà in cambio di promesse di ordine e di tutela, gli avvenimenti prendono sempre una piega tragica e distruttiva.

 

Grazie dell'interevento, Oona, e di aver messo la ciliegina sulla torta, il problema è che ormai questa torta è un blob, per sua natura informe, appunto, e ingoia tutto avanzando nella sua melliflua e gelatinosa essenza, così come schifosamente melliflue e informi sono state le reazioni alle tue argomentazioni.

Sulla questione del Fascismo, infatti, come dice Pike, non farti ingannare. E non che l'italiano non sia un fascista, ma l'analisi richiede altre misure.

Se parli invece con i contadini quelli veri, delle piccole realtà rurali che io ho la fortuna di avere ancora qui attorno, gente che si preoccupa di dare da mangiare ai loro animali, gente che parla con una bestemmia ogni due parole, non puoi che sorprenderti, gente che non sa neanche come si accende un computer altro che smartphone e che guardandoti negli occhi ti dicono che se l'aspettavano una finta guerra batteriologica. Ci sei? Sono gli akkulturati, la vergogna; la dannata zona grigia e il loro sapere indottrinato da cattedre senza anima e da gentaglia che vede nel controllo, ordine; e nel coraggio leggono paura. 

Italiano = Fascista

Ritratto di Pike Bishop

Calvero ha scritto:
Sulla questione del Fascismo, infatti, come dice Pike, non farti ingannare. E non che l'italiano non sia un fascista, ma l'analisi richiede altre misure.

Sacrosanto.  L'italiano, di solito, e' un fascista. 

Il che non significa certo che sia malvagio, ma semplicemente che e' un debole che non se la sente proprio di vivere la vita con i suoi pro e contro ma invece invoca un socialismo che includa tutti gli italiani, che fermi per sempre qualsiasi dinamica sociale e lotta di classe, che gli consenta di essere in un paradiso Socialista ma supremamente Cattolico, obbligatoriamente ordinato (con le botte se non tiri dritto), dove tutto sia come nella pubblicita' del Mulino Bianco.

Cosi' l'Italiano delega le decisioni e soprattutto le responsabilita' ad altri, aspetta l'Uomo del Destino ed e' disposto a sopportare qualsiasi sopruso pur di conseguire una pace sociale che gli consenta la coltivazione del suo orticello di relazioni provincialissime ed una vita senza passioni e tremori se non quelle fintissime tipo calcio e palio. 

Delegando la sua vita al Governo social-nazionale di turno si fa sempre fregare, perche' il Fascismo non e' il paradiso, e' la Paralisi, cosicche' i governanti si barcamenano tra potentati stranieri facendo la voce grossa quando sono a casa loro e le pecore quando parlano con i potenti della terra, poiche' il Fascismo non li mette in condizione di essere una Nazione vitale e competitiva.  Quelli che vorrebbero restare eterni bambini non capiscono la differenza e comunque sono contenti e soddisfatti nel loro delirio proletario/borghesuccio del Sabato del villaggio Fascista. Battiamo le Mani ai nostri Eroi.

Comunque c'e' di peggio: quando i fascisti dentro adottano il sistema democratico per ordini esogeni allora si che tutto va a farsi fottere, come tutti i Paesi in cui viene "importata" a suon di bombe la democrazia.