Skip to main content

Una domanda...

5 posts / 0 new
Ultimo contenuto
Music-Band
Ritratto di Music-Band
Una domanda...
Versione stampabile

Chiedo un consiglio a chiunque ne sappia qualcosa:

Stavo cercando di capire se FLICKR può essere una buona idea per diffondere e far conoscere il mio lavoro fotografico.

Il giornalista John Maloof ha dichiarato che ha iniziato a postare alcune foto di Vivian Maier sul suo blog mettendo un collegamento a Fickr e vedendo i riscontri e i consensi ha poi continuato con il suo lavoro facendo mostre etc.

Non conoscendo affatto questa piattaforma se non di nome, vorrei chiedere, se qualcuno la conosce meglio, cosa ne pensate... Può essere una buona idea postare li alcune delle mie foto con un collegamento al mio sito? Conoscete problematiche relative a questa piattaforma? Intendo di qualsiasi genere... Tenete presente che io sono uno di quelli che finora si è sempre rifiutato di aprirsi un account su facebook.

Può essere paragonata a una piattaforma tipo soundcloud in cui ognuno posta la sua musica? Insomma pro e contro se li conoscete... Grazie

Trackback URL for this post:

http://ilporticodipinto.it/trackback/571
Dusty
Ritratto di Dusty
Flickr

Flickr è un social network esattamente come facebook, e come quello, esattamente come per qualunque altro sito frequentiamo, ha dei pro e dei contro.

I contro che ben conosciamo sono la profilazione degli utenti, e la raccolta di informazioni più o meno personali nei loro confronti

I pro sono l'altra faccia della medaglia, e cioè proprio il fatto che i social network sono quelli che rendono l'articolo (o la foto, o la recensione, etc etc) di un conoscente più importante della segnalazione "random", per cui le persone delle proprie cerchie sono più propense a leggere e condividere materiale segnalato.

Per fare un esempio, facebook è uno dei siti grazie al quale gli articoli del portico riescono ad avere una certa visibilità: una gran parte dei lettori arriva proprio (o solo) da li.

Tra l'altro lo studio delle dinamiche della condivisione degli articoli (possibile proprio profilando il comportamento degli utenti social) valorizza il sospetto che già si aveva, e cioè il "confirmation bias": il fatto che le informazioni tendano a diffondersi (ed a limitare la loro diffusione) all'interno di cerchie che già condividono un certo modo di pensare ed eventuali tesi, di fatto creando confinamenti tra gruppi di persone.

Ma questo è un altro discorso...

Music-Band
Ritratto di Music-Band
Grazie per la spiegazione; in

Grazie per la spiegazione; in effetti, anche per i numerosi siti dedicati alla fotografia (italiani o esteri come photo.net), mi chiedo se abbia realmente un senso iscriversi e postare il proprio portfolio mischiandosi in mezzo a una bolgia numerosissima.

Per far conoscer il proprio lavoro o emergere sulla folla, se uno ha degli obiettivi commerciali, probabilmente bisogna intraprendere strade diverse.

Alfoja
Flick secondo me

Flick è una buona piattaforma ed è estremamente popolare, può essere utile per indirizzare le visite ad un tuo eventuale sito personale fotografico.

(A proposito ce l'hai?)

Devi però dedicarci un po' di tempo e probabilmente usare qualche"trucchetto"per aumentare la tua visibilità.

Ad esempio ultimamente è in voga l'abitudine di "seguire" un numero spropositato di altri utenti (di solito segui solo chi ti interessa) ottenendo in cambio di solito di essere a tua volta "seguito".

In questa maniera ci sono parecchi fotografi mediocri che sono popolarissimi!

Non mancano comunque gli utenti di qualità.

Un sito di grande qualità che ti segnalo è JUZA.

 

Un saluto

Alfoja

 

Music-Band
Ritratto di Music-Band
Ciao Alfoja e

Ciao Alfoja e grazie.

Conosco  Juza photo, ma come anche per filckr, mi chiedo se ha senso utilizzarlo. Come hai fatto notare, ci sono fotografi mediocri popolarissimi in questi siti. Il problema è proprio questo: ci sono moltissime persone appassionate di fotografia e con la moderna tecnologia si ottengono foto spettacolari. Ci sono maniaci del colore, della composizione etc.

Io non sono un appassionato che freme per far vedere i propri lavori e vantarsi tra un popolo di aspiranti fotografi dove tra i commenti leggi sempre: Colori spettacolari, ragazza bellissima, effetti luce stupefacenti... Insomma la foto ridotta alla moderna critica da film: Che effetti stupendi!.

Avendo iniziato a fotografare per passione a 12 anni e avendo lavorato nelle camere oscure con le vecchie tecniche di sviluppo e stampa, posso considerarmi un fotografo vecchio stampo; considero la fotografia un mezzo per raccontare qualcosa, per trasmettere sensazioni e ricordi. Ritengo che "la foto" sia quella in bianco e nero e sono convinto che la tecnica debba essere uno strumento, non il fine come si vede in questi forum in cui sono considerati i migliori quelli più bravi a utilizzare photoshop o a preparare più accuratamente lo scatto.

Amo la street photography perchè contiene quella spontaneità che altre forme di fotografia necessariamente perdono. Come nel caso della Città invisibile, il mio intento è quello di arrivare a proporre un lavoro artistico che abbia un senso e uno scopo; non mi interessa mostrare qualche scatto.

Per questo credo che siti simili a me non servano a molto. Dubito che le persone che frequentano questi forum siano poi notati da editori, galleristi o gente che si occupa di lavorare con questi strumenti. La visibilità che cerco è verso quelle persone o quei professionisti che possano aiutarmi a dare vita a un progetto.