Skip to main content

Frequently Asked Questions

Questa parte del sito contiene le risposte alle domande più frequenti sul sistema BitCoin.

Informazioni Generali

Informazioni generali su BitCoin e le motivazioni per cui ha senso utilizzarlo

Versione stampabile

Sebbene le transazioni siano del tutto anonime e non riconducibili agli utenti che ne fanno parte, è possibile comunque costruire l'elenco degli IP dei partecipanti alla rete bitcoin semplicemente collegandosi ad essa, in quanto pubblica.

E' possibile quindi aumentare notevolmente le capacità di anonimato utilizzando un software che permette di nascondere il proprio IP come TOR.

Versione stampabile

Ci sono diverse possibilità:

  • offrire BitCoin come un'opzione di pagamento per un acquisto sul web o per un servizio
  • parlare di BitCoin alle persone che potrebbero essere interessate
  • tradurre la documentazione di BitCoin nella propria lingua se non è già presente sul sito
  • riportare bug, aiutare le altre persone e discutere di BitCoin sul forum (per il momento in inglese)
  • aiutare le persone oppure chattare sul canale irc con il proprio client se se ne possiede uno oppure usare il client web ufficiale di Freenode.
Versione stampabile

Trovate un possessore di BitCoin e vendetegli qualcosa - dei beni, dei servizi, degli euro o qualsiasi cosa si voglia commerciare.
Se si hanno a disposizione dei potenti PC è possibile anche generare nuovi BitCoin "minandoli" in proprio o unendosi ad un "mining pool", cioè un insieme di altri utenti che si adoperano nella sempre più difficile operazione.

E' possibile trovare un elenco di siti o cambiatori di valuta sulla pagina Trade del wiki ufficiale.

Versione stampabile

Fintanto che si fanno copie di backup del proprio portafoglio BitCoin, lo si protegge con una lunga password e si mantengono lontani i keylogger dal proprio computer. L'ideale è fare un backup del proprio portafoglio dopo ogni transazione, poichè a quel punto il vecchio potrebbe essere parzialmente o completamente invalido.

Se si perde il proprio portafoglio BitCoin o qualche sconosciuto lo prende e scopre la vostra password, non c'è alcun modo di riprendere i vostri soldi. D'altra parte, di solito questo è anche il caso in cui si smarrisce il proprio portafoglio reale.

Versione stampabile

Un blocco è una unità che contiene le informazioni delle transazioni fatte dopo il blocco precedente, più una transazione che assegna una nuova moneta al creatore del blocco. I blocchi formano una catena dal primo all'ultimo blocco.
Per creare un nuovo blocco hai bisogno di utilizzare tempo di CPU, che agisce come un marcatore di tempo incorruttibile per le transazioni precedenti.

Il ritmo medio di creazione di blocchi nell'intero sistema (la rete BitCoin nella sua interezza) è di 6 blocchi all'ora. Per i dettagli riguardo il funzionamento di questo meccanismo è possibile consultare il documento tecnico di specifica "Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System".

La lunghezza della catena dei blocchi è una informazione pubblica e viene mostrata nella barra di stato del client BitCoin.
La prima volta che si entra nella rete BitCoin questo numero è zero ed aumenta velocemente man mano che il vostro client si collega ad altri peer e scarica da loro le informazioni della catena dei blocchi.

Versione stampabile

Nuovi BitCoin sono creati da un nodo della rete ogni volta che trova una soluzione ad un difficile problema matematico (cioè, ogni volta che crea un nuovo blocco) per cui è possibile calcolare un tempo medio necessario per l'operazione.

La difficoltà del problema da risolvere viene aumentata nel tempo in modo che nei primi anni di esistenza della rete BitCoin verranno creati (scoperti) 10.500.000 di BitCoin. Tale quantità viene dimezzata ogni 4 anni, quindi nei 4 anni successivi i nuovi BitCoin saranno 5.250.000, 2.625.000 negli anni dall'ottavo al dodicesimo e così via.

Il totale dei BTC creati in totale nel tempo raggiungerà al massimo poco meno di 21.000.000.

Versione stampabile

I BitCoin hanno valore se sono accettati come pagamento da molti.

Quando diciamo che una valuta è sostenuta dall'oro, intendiamo che c'è una promessa per cui si può scambiare quella valuta con l'oro. In un certo senso si potrebbe dire che BitCoin è "sostenuto"dai cartellini dei prezzi dei venditori - un cartellino del prezzo è una promessa di scambiare beni per una specifica quantità di valuta.

Esistono inoltre dei siti che permettono di scambiare bitcoin con valute tradizionali come Dollari o Euro.

Versione stampabile

BitCoin utilizza crittografia a chiave pubblica di tipo ECDSA (Elliptic Curve DSA). Una moneta ha la chiave pubblica del suo possessore. Quando una moneta viene trasferita da un utente A ad un utente B, A aggiunge la chiave pubblica di B alla moneta e la firma con la propria chiave privata. Ora B possiede la moneta e la può trasferire ulteriormente. Per impedire ad A di trasferire la moneta già usata ad un altro utente C, una lista pubblica di tutte le precedenti transazioni è collettivamente mantenuta dal network dei nodi BitCoin e prima di ogni transazione l'inutilizzabilità della moneta sarà controllata.

Per i dettagli si veda il documento tecnico: Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System (di prossima traduzione in italiano, ndr).

Versione stampabile

Per pagare e ricevere pagamenti online in maniera semplice e sicura.
Bitcoin è una moneta svincolata dal controllo di enti centrali come banche e stati, non ha bisogno necessariamente di intermediari, e la sua solidità e valore sono garantiti da un sofisticato sistema basato sulla crittografia che non permette contraffazione ed emissione di nuova moneta in maniera arbitraria.
Tale moneta quindi è di proprietà dei suoi utilizzatori, invece che degli enti centrali che vogliono poter controllare e manipolare a piacimento le monete tradizionali.

Versione stampabile

BitCoin è una valuta digitale peeer-to-peer.
Peer-to-peer (P2P) vuol dire che non esiste alcuna autorità centrale che emette nuovo denaro o traccia le transazioni. Invece questi obiettivi sono gestiti colletivamente dai nodi del network.

Teoria economica

Domande che riguardano il potenziale impatto di Bitcoin nell'economia ed una loro analisi su quello che ci si può aspettare.

Versione stampabile

No, come qualunque altra valuta, Bitcoin è progettato per essere utilizzato come una moneta, non come un investimento.

Uno schema di Ponzi è una truffa basata sulla fiducia dove le persone che pensano di avere un ritorno economico particolarmente alto su di un certo investimento vengono in realtà pagate con i loro stessi soldi e quelli degli ultimi "investitori". Se gli investitori ritirano il loro investimento lo schema collassa perchè non ci sono in realtà profitti, e non c'è quindi abbastanza danaro per restituire le somme a coloro che fanno richiesta di uscita dallo schema. Alternativamente colui che ha organizzato lo schema Ponzi può semplicemente scappare con tutti i soldi acquisiti.

Uno schema di marketing piramidale è una cosa molto simile: è una truffa basata sulla fiducia in cui alle persone che vengono inserite nello schema viene fatta pagare una quota facendogli credere di poter avere un grosso guadagno trovando altre persone da inserire nello schema, e guadagnando non solo su di esse ma su tutto il sottoinsieme di persone che queste altre a loro volta "arruoleranno". Lo schema collassa perchè per funzionare ha bisogno di una crescita esponenziale del numero di iscritti, e quindi ben presto finisce con il non trovare più abbastanza persone che cadono nel tranello. La persona in cima alla piramide, che ha cominciato la truffa e che non ha dovuto pagare la quota d'ingresso riesce a guadagnare da tutte le persone sotto di lui, mentre le persone alla base della piramide, che non trovano nessun altro da inserire, non hanno la possibilità di recuperare i loro soldi e tantomeno di guadagnarci.

A differenza di queste truffe, Bitcoin non ha nessuna persona "in cima" ad uno schema che raccoglie i soldi pagati per ottenere dei bitcoin, o che deve pagare quando i bitcoin vengono venduti. I bitcoin vengono comprati e venduti in luoghi di scambio pubblici tra chiunque vuole partecipare, sottostando tutti alle stesse regole. Se vi è stato detto che Bitcoin è uno schema per fare soldi non è vero in quanto i Bitcoin seguono lo stesso modello economico relativo a qualunque bene disponibile in quantità finita, e nel tempo il loro valore tenderà a stabilizzarsi su quello che le persone ne fanno uso valuteranno essere corretto per poterli usare. Le persone che riescono a guadagnare comprando e vendendo bitcoin sono fortunate oppure hanno predetto in maniera corretta un aumento della domanda per il loro suo. Le persone che guadagnano bitcoin attraverso il processo cosiddetto del "mining" vengono ricompensate per il lavoro che fanno, che è quello di rendere sicura la rete e verificare le transazioni all'interno di un mercato molto competitivo. In nessuno dei due casi avviene attività fraudolenta o una truffa basata sulla fiducia.

Nonostante il fatti che Bitcoin in sè non sia una truffa, si raccomanda molta cautela nell'ingaggiare transazioni con entità non fidate in quanto, come per ogni altro bene di valore, ci sono molte persone che cercheranno di impossessarsi delle vostre monete sfruttando modalità potenzialmente fraudolente. A tal proposito è bene tenere a mente che all'atto pratico i Bitcoin si comportano come se fosse denaro contante. Esistono persone che cercano di portare avanti sia schemi di Ponzi che schemi piramidali, e se non ci se ne accorge se ne pagheranno le conseguenze.

Inoltre è bene ricordare che i Bitcoin sono un tipo di moneta ancora del tutto nuova e quindi senza una storia alle spalle che ne possano provare la solidità (come avviene ad esempio con l'oro). Dato che il valore dei Bitcoin dipende da quanto ampiamente vengono accettati come mezzo di pagamento, sono suscettibili a potenziali bolle speculative esattamente come qualunque altro bene la cui popolarità cresce velocemente di popolarità. Nonostante venga ritenuto sufficientemente stabile per l'uso, il software che gestisce i Bitcoin è ancora in beta-release, ed i Bitcoin dovrebbero essere considerati "ad alto rischio" da un punto di vista finanziario. E' bene non investire cifre rilevanti in Bitcoin o tecnologie ad essi associate a meno che non si possa sostenere la possibilità di perderle! Anche i sostenitori più accesi di Bitcoin tendono a pensare che ci vorrà del tempo perchè il valore dei Bitcoin si stabilizzi, e nessuno può sapere quale sia questo valore, e quando questo accadrà.

Versione stampabile

Oltre alle caratteristiche più peculiari (anonimato, non tracciabilità, etc), ci sono almeno due motivi che potrebbero far prediligere l'uso dei bitcoin al grande pubblico, e sono entrambe di natura economica:

1) costi di transazione più bassi permetteranno ai venditori che lo adopereranno di essere più competitivi sul mercato, cioè di poter vendere la loro merce a prezzi più bassi: meno intermediari = meno costi; meno cambi di valute = meno costi.

2) il bitcoin non è utile esclusivamente come mezzo di scambio, ma anche come accumulo di valore perchè non inflazionabile quanto le valute tradizionali. Questo porterebbe a far si che chi converte in BTC la sua moneta poi cerchi di mantenerla il più possibile in tale forma invece di riportarla nella valuta "di base", proprio perchè nel tempo dovrebbe apprezzarsi in maniera continua rispetto ad esse. Questo sarà un maggiore incentivo a riutilizzarla direttamente e dando quindi via al circolo virtuoso che ne aumenterebbe sempre più l'uso.

Versione stampabile

Non è possibile escludere a priori la possibilità che una valuta non sostenuta da un bene fisico possa funzionare.

La funzione primaria del denaro è quella di facilitare gli scambi. Uno dei motivi principali per cui si tende a preferire che la moneta sia un bene è la possibilità che avvenga una mancanza di fiducia in quella moneta come mezzo di scambio.
E' possibile perdere fiducia in una moneta sostenuta dall'oro?
E' possibile ed i motivi possono essere fondamentalmente tre:

  • la possibilità che il governo lo voglia confiscare (cosa già avvenuta)
  • il rischio della riserva frazionaria dovuto al fatto di non poter essere in grado di fare auditing affidabile nei confronti delle banche
  • la possibilità che un giorno la tecnologia sviluppi un sistema per produrre oro in quantità a costi trascurabili (rispetto al suo "vecchio" valore di mercato). Questa possibilità, benchè al momento si ritenga del tutto esclusa in realtà è dietro l'angolo e diventerà realtà non appena la Fusione Fredda si diffonderà a livello mainstream e di conseguenza la scienza approfondirà i meccanismi fisici, fin'ora fondamentalmente ignoti, attraverso i quali avviene

Queste tre preoccupazioni non sono realistiche con i Bitcoin: questo è uno dei motivi per cui i Bitcoin non hanno bisogno di essere un bene:

  • non è possibile confiscare i Bitcoin perchè sono crittografati e decentralizzati
  • non è possibile falsificare i Bitcoin perchè la definizione di "proof of work", centrale nel loro progetto, lo impedisce con una probabilità sufficientemente bassa
  • sebbene da un punto di vista puramente teorico nulla vieti che un domani si scopra un modo per rompere un algoritmo crittografico oggi ritenuto altamente sicuro, Bitcoin fa uso di molteplici sistemi di crittograia e la probabilità che tutti vengano dimostrati vulnerabili contemporaneamente è prossima allo zero, e questo darà tutto il tempo di implementare nuovi algoritmi. Anche lo sviluppo di computer quantistici (per ora pura fantascienza) non garantisce automaticamente la possibilità di rompere tutti i sistemi di cifratura

Fintanto che queste tre proprietà non vengono messe in discussione, il denaro non ha bisogno di essere necessariamente sostenuta da un bene fisico.

Guida all'utilizzo

Informazioni su come utilizzare i vari programmi disponibili nel mondo bitcoin

Versione stampabile

Trace Mayer, autore di una serie di pubblicazioni relative all'uso di tecniche per proteggere la propria posizione finanziaria nel mondo digitale d'oggi, ha fatto tradurre uno dei suoi libri che può essere un ottimo punto di partenza: Guida per Principianti ai Bitcoin e ai Servizi Bitcoin.

Versione stampabile

Dato l'alto numero di persone che concorre nel "mining" è diventato estremamente difficile ed oneroso in termini di tempo, hardware e corrente generare nuova moneta, per cui può essere molto più rapido e pratico comprarla sul mercato.
Esistono diverse possibilità, per accomodare quasi tutte le esigenze.

Il modo più pratico è probabilmente sfruttare le borse, cioè delle piazze dove chi vuole comprare o vendere bitcoin imposta le proprie offerte e cerca venditori o compratori disposti ad accettarle. In questo modo si sfruttano transazioni elettroniche come bonifici, paypal, etc. Le più comuni sono:

  • Bitcoin Central: La prima borsa Bitcoin che lavora in partnership con una azienda francese con licenza bancaria. In futuro offrirà un conto bancario ad ogni utente.
  • MtGox: La borsa bitcoin più conosciuta ed utilizzata come valore "ufficiale" di cambio, permette di comprare e vendere, depositando e ritirando fondi in svariati modi tra cui con regolari bonifici bancari. Le commissioni di trading sono lo 0.65%.
  • Bitcoin-24: Una nuova borsa che al momento non fa pagare commissioni.
  • Bitstamp: Una borsa con basse commissioni.
  • Bitstamp: Una borsa solo in dollari.
  • BTC-e: Una borsa che permette di acquistare anche altre cryptomonete come Litecoin e Namecoin.
  • BitMarket: un intermediario puro che mette in contatto compratori e venditori, gli scambi avvengono direttamente tra questi ultimi e quindi non in tempo reale. Non prevede però commissioni ed altri costi. E' possibile utilizzare Euro, Dollari, Sterline e Zlotych Polacchi.
  • BitcoinCashOut: il sito acquista bitcoin e fornisce carte di credito prepagate in tagli da 25 a 100$.
  • BitcoinCambio: servizio online che permette di cambiare bitcoin da e verso varie valute.

Poi ci sono soluzioni che prevedono l'uso del contante, per fare in modo che acquisto e vendita non rimanga tracciato:

  • TradeBitcoin: questo servizio aiuta a trovare persone vicine alla propria zona disposte a scambiare fisicamente i bitcoin per denaro contante.
  • Local Bitcoins: acquisto e vendita di bitcoin direttamente tra privati

Esistono infine soluzioni per chi vuole un corrispondente fisico della moneta:

Versione stampabile

Assolutamente no: è possibile usare l'analogo delle banche, semplicemente non diventa più una cosa necessaria.

Ecco alcune possibilità attualmente disponibili. Si consiglia di essere estremamente cauti nel loro utilizzo visto che sono completamente gratuite e non prevedono garanzie di sorta:

  • FlexCoin: una banca online
  • InstaWallet: non necessita nemmeno di iscrizione, basta memorizzare l'url che compare alla prima visita per avere il proprio conto in bitcoin già operativo!

Ci sono diversi altri progetti in sviluppo, la lista verrà aggiornata man mano che questi diventeranno operativi.

Versione stampabile

Al momento il client ufficiale è in beta release ed è disponibile alla pagina http://www.bitcoin.org/ . Permette di effettuare tutte le operazioni di base e comprende una modalità per essere utilizzato remotamente in modo da integrare servizi automatici per i siti che vogliono farne uso.

Un dipendente di google sta sviluppando una libreria Java di nome bitcoinj in maniera del tutto indipendente, ma al momento si tratta di un prodotto destinato ai programmatori o agli utenti più tecnici che vogliono studiare e verificare di persona il funzionamento del sistema.

Versione stampabile

Il vostro portafoglio è memorizzato nel file wallet.dat in una directory che dipende dal sistema operativo che utilizzate. Di norma queste sono le locazioni dove potete trovarlo:

  • Su Windows XP: C:\Documents and Settings\username\Application Data\Bitcoin
  • Su Windows Vista: C:\Users\username\AppData\Roaming\Bitcoin
  • Su Linux: ~/.bitcoin

Per avere la massima sicurezza è necessario effettuare il backup del portafoglio dopo ogni transazione perchè il vecchio backup diventerebbe parzialmente o completamente invalido. Aspettate qualche secondo dopo la vostra ultima transazione prima di fare il backup.

E' consigliabile criptare il proprio backup utilizzando software come TrueCrypt. Uno strumento per criptare automaticamente il proprio portafoglio sarà incluso nel client ufficiale BitCoin più in avanti.

Versione stampabile

E' possibile che la porta TCP 8333 in ingresso sia bloccata dal vostro firewall, oppure che il vostro router non sia configurato per tale scopo.

Per verificare che la vostra configurazione di rete permetta di ricevere connessioni in ingresso sulla porta indicata è possibile utilizzare il servizio www.canyouseeme.org.

Versione stampabile

La creazione di moneta è ormai un lavoro estremamente specializzato, costoso, e rischioso.
E' assolutamente sconsigliato a chi non ha un background tecnico molto forte ed un piccolo capitale da investire nell'operazione, che probabilmente si rivelerà infruttuosa visto l'altissimo grado di competitività che la contraddistingue.

Versione stampabile

Quando si vogliono inviare monete cliccate sul pulsante "Invio Monete" nella finestra principale. Si possono mandare monete all'indirizzo IP del beneficiario se sta usando un client BitCoin oppure al suo indirizzo BitCoin anche se non è online o non vuole rivelare il suo IP.
E' possibile inserire un commento, ma solo quando si manda delle monete ad un IP.

Se si sta ricevendo una quantità rilevante di monete da un mittente di cui non siete sicuri di potervi fidare, prima di accettare la transazione è bene attendere finchè venga verificata da alcuni blocchi. Più blocchi si attendono, più le possibilitù da parte del mittente di spendere con successo due volte il suo denaro scenderanno a zero.
La quantità di blocchi dopo la transazione è mostrata nella colonna "Status" della lista delle transazioni nella finestra principale.

Versione stampabile

A questa pagina viene mantenuta una lista dei primi siti ecommerce che accettano pagamenti in bitcoin, e come è possibile verificare le categorie merceologiche comprendono servizi internet, voip, giochi online, qualche materiale informatico, magliette, libri ed altro.

Se avete un fornitore di servizi da cui comprate spesso, chiedete se fosse interessato ad accettare BitCoin in pagamento!
Per i commercianti accettare bitcoin come forma di pagamento è semplice e non richiede burocrazia di nessun tipo, inoltre attualmente ha dei costi di transazione pressochè nulli.

Mining

Cosa è il mining e perchè serve? Come si può partecipare nell'impresa?

Versione stampabile

Se siete nuovi utenti della rete la prima cosa necessaria da fare è scaricare la catena dei blocchi BitCoin, cosa che verrà effettuata automaticamente alla prima esecuzione, e di cui potrete verificare l'andamento controllando che il numerino che indica il numero dei blocchi salga rapidamente. Con un PC moderno sono necessarie alcune ore.
Dopo questo passo è possibile cominciare a generare nuove monete.

Il tasso medio di creazione di monete sarà di (6 x 50 monete / ora) x (velocità della vostra CPU / velocità totale della CPU in tutta la rete BitCoin). In questo periodo (Aprile 2011) è necessario mediamente un anno di tempo per generare 50 monete se si dispone di un PC molto veloce.
Si parla di tempo medio in quanto non c'è nessuna garanzia di successo: per "scoprire" le nuove monete bisogna non solo fare miliardi di conti, ma bisogna essere anche fortunati.
E' possibile effettuare una stima del tempo necessario a generare 50 monete sfruttando il BitCoin Generation Calculator.

Versione stampabile

Trovate un possessore di BitCoin e vendetegli qualcosa - dei beni, dei servizi, degli euro o qualsiasi cosa si voglia commerciare.
Se si hanno a disposizione dei potenti PC è possibile anche generare nuovi BitCoin "minandoli" in proprio o unendosi ad un "mining pool", cioè un insieme di altri utenti che si adoperano nella sempre più difficile operazione.

E' possibile trovare un elenco di siti o cambiatori di valuta sulla pagina Trade del wiki ufficiale.

Versione stampabile

No. C'è un ritmo medio costante di creazione di nuovi BitCoin, e tale quantità è suddivisa tra tutti i nodi in base alla loro capacità di calcolo. La concorrenza per la creazione di nuove monete porterà il valore della moneta vicino a quello dell'elettricità necessaria alla sua generazione in mod da rendere quindi basso il margine di profitto.
Il modo migliore per guadagnare ricchezza è quello di scambiare beni e vendere servizi.

Al momento la creazione di nuova moneta è ad un punto dove la difficoltà è parecchio elevata: se si sceglie di partecipare nell'operazione è quindi bene ricordare che sebbene già relativamente stabile, BitCoin è ancora un software sperimentale.

Approfondimenti

Domande più tecniche, o per cui è necessaria una conoscenza più specifica ed approfondita degli argomenti.

Versione stampabile

Bitcoin trova altri peer principalmente connettendosi ad un server IRC (canale #bitcoin su irc.lfnet.org).

Se una connessione al server IRC non può essere stabilita (come quando ci si connette attraverso TOR), verrà utilizzata una lista prefissata di nodi ed a questi verranno chiesti gli indirizzi di altri nodi.

Versione stampabile

Tecnicamente un Bitcoin può essere diviso fino ad 8 decimali, e quindi 0.00000001 BTC è la più piccola quantità possibile.

Per praticità il client ufficiale attualmente accetta solo 2 decimali.

Versione stampabile

Fate partire bitcoin con l'opzione -server oppure usando il daemon Bitcoin (bitcoind) fornito nel pacchetto.
Se utilizzate debian linux potete installare il package "bitcoind".

Bitcoin ha delle API che permettono di usare remotamente il servizio attraverso la linea di comando oppure con JSON-RPC. La documentazione delle API è disponibile a questo indirizzo.